October 16, 2014

L’ITINERARIO DEL #GUSTO IN #VALLECAMONICA #DISTRETTOCULTURALE #VALCAMONICA #MULTI MEDIA LAND 2014


Si è tenuto da venerdì 3 a domenica 5 ottobre 2014 il MULTI MEDIA LANDun Viaggio alla scoperta dei sapori e delle tipicità enogastronomiche della Valle Camonica a cui son stata invitata a partecipare dal Distretto Culturale della Valle Camonica





































Il progetto, che festeggia quest’anno la sua terza edizione vede il Cibo come indiscusso protagonista regalando uno sguardo nuovo sulla Gastronomia della Valle dei Segni. 

Una Valle dal fascino intramontabile e che fonda le sue radici in un partimonio culturale e artistico ricco quanto antico. La Valle e' sinonimo di storia e nel paesaggio montano numerosi sono i simboli dell'Arte Rupestre. Arcipelago di Parchi Naturali e panorami esclusivi, e' territorio di tradizione, di saperi contadini e di lavoro artigiano. 



























































Un Calendario ricco di appuntamenti interessanti tutti all'insegna della riscoperta delle tradizioni e della cultura enogastronomica che ha fatto la storia delle cucina di territorio di questa zona.

Tra le diverse iniziative, a cui sono stata invitata, ho preso parte al progetto La cucina si fa!

Un laboratorio di sperimentazione culinaria che fonda le sue radici nella tradizione partendo da pratiche antiche e consolidate nella realizzazione delle Ricette piu' significative della comunità della Valle Camonica, in compagnia della sapienza di persone del posto, depositarie di saperi e conoscenze culinarie e dell'intera comunità della Valle Camonica.  




Magnifico l'incontro di Cucina Tradizionale e Tipica Regionale organizzato all'interno della suggestiva cornice della Casa Museo di Cerveno raggiungibile percorrendo una serie di stradine strette fatte di ciotoli, che dal piccolo centro storico conducono al Museo.


Talmente bello e meritevole da volergli dedicare un capitolo a parte.


La lavorazione del Maiale insieme al Norcino con Alessandro Guarinoni


Questo momento organizzato con l'intento di portare alla luce il cucinare comunitario e di come il cibo entri nei rapporti sociali di un territorio rafforzandoli, ha saputo dimostrare come le ricette siano capaci di rispecchiare le comunità di origine dando identita' a una determinata zona.



Con il laboratorio di Lavorazione del Maiale insieme a tre persone depositarie di saperi antichi ho avuto l'opportunia' di scoprire nuovi prodotti e apprendere tecniche di preparazione che ai giorni nostri rischiano di scomparire. 

Per questo magnifico evento rimando a questo link




Degni di nota son stati anche gli altri appuntamenti del sabato pomeriggio a cui ho preso parte con grande interesse.

Presso l'Agriturismo San Faustino a Ceto
Inaugurazione dell'opera Tableau Vivant di Eugenia Vanni (con lo chef Roberto Sbardellini)
e degustazione di prodotti locali




































































A Capo di Ponte presso la Chiesa delle Sante Inaugurazione dello Spungade de Corna di Carlo Spiga e banco d'assaggio di prodotti locali.

Appuntamenti simbolici, carichi di significato e ricchi di storia. Il tutto in un contesto paesaggistico evocativo e autentico, capace di far trasparire il fascino della sapienza antica e del desiderio di valorizzarla anche in tempi moderni.

Con queste e altre iniziative il Distretto Culturale di Valle Camonica ha voluto partire dall'Arte per andare alla riscoperta delle tradizioni, dei piatti tipici della zona e il dialogo con le comunità locali.

E appropostio di Piatti Tipici e Prodotti Localiimperdibile una tappa al Mercato dei Sapori di ESINE. Inaugurato nel 2013 e facilmente raggiungibile percorrendo la strada provinciale all'altezza di Esine e situato nell'Area di Servizio "La Sosta" di Esine e ceh troverete dettagliata in questo post

Mercato dei Sapori di ESINE