April 02, 2015

VINITALY 2015 E GLI SPUMANTI DELLA CANTINA GUIDO BERLUCCHI





























































Accolti dalle note aromatiche di uno splendido Rose' Franciacorta DOCG '61 Guido Berlucchi ottenuto da Pinot Nero (60%) e Chardonnay (40%) provenienti dai piu' vocati vigneti dei 19 comuni del Franciacorta, abbiamo provato alcuni abbinamenti audaci con salumi e formaggi a pasta dura di media stagionatura.

La spremitura soffice e prograssiva dei grappoli con frazionamento dei mosti e la fermentazione alcolica in tini d'acciaio, conferiscono a questo spumante Rose' dal perlage finissimo e persistente sentori aromatici tipici dei piccoli frutti rossi, un bouquet ampio e una grande fragranza.

La preparazione della cuvee avviene la primavera successiva a quella della vendemmia per avviare la seconda fermentazione in bottiglia e affinamento sui lieviti per almeno 24 mesi e succesivi 2 dopo la sboccatura.
























































Successiva degustazione un Pas Dose' 2008 Millesimato.
Uve Chardonnay (80%) e Pinot Nero vinificato in bianco (20%)
Epoca della raccolta terza decade di agosto.

Vinificazione con spremitura soffice dei grappoli con frazionamento dei mosti. Fermentazione alcolica in
tini d'acciaio e in barrique di rovere dove svolge anche la fermentazione malolattica e affinamento
sui lieviti per 6 mesi.















































































Se e' vero che in Franciacorta la viticultura risale all'anno Mille e che il suolo morenico che caratterizza questa zona, l'azione mitigatrice del Lago d'Iseo e le correnti fresche della Valle Camonica assicurano le condizioni ideali allo sviluppo della vigna, e' ancor piu' vero che negli ultimi abbiamo assistito ad una vera e propria evoluzione nella produzione dei vini con l'introduzione di un nuovo disciplinare Metodo Classico, che ha decretato il successo del Franciacorta.

I vigneti della Cantina Berlucchi allevati in parte a Cordone Speronato e in parte a Guyot coprono circa cinquecento ettari, tutti rigorosamete iscritti all'Albo della Denominazione d'Origine Controllata e Garantita.