May 15, 2015

Franciacorta: Terra d’elezione delle Bollicine d’Italia / Franciacorta: the election Land of Classic Method in Italy





























English will follow


Nel Franciacorta la Vite è coltivata sin dall’antichità. 

Ne sono una valida testimonianza i reperti storici di vinaccioli appartenenti all’epoca preistorica.
Oggi la Denominazione d’Origine Controllata e Garantita delle finissime bollicine franciacortine provenienti dalle Uve ChardonnayPinot Noir e in minima parte Pinot Blanc vinificate e spumantizzate rigorosamente secondo i dettami del Metodo Classico, comprende i territori situati nella provincia di Brescia e delimitati dal Lago d’Iseo a nord e 
dal Monte Orfano (di origine morenica) nel loro confine meridionale: Adro, Capriolo, Castegnato, Cazzago San Martino, Cellatica, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo, Monticelli Brusati, Ome, Ospitaletto, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d'Iseo, Rodengo Saiano, Rovato.

Un territorio in prevalenza collinare, anticamente caratterizzato da boschi, è oggi largamente dedicato alla Vitivinicultura con allevamento di Vigneti che si adattano perfettamente al terroir e alle caratteristiche pedoclimatiche di queste zone.  

ChardonnayPinot Noir e Pinot Blanc messi in bottiglia e affinati in purezza o in blend sapientemente dosati, hanno la splendida capacita' di conferire allo spumante un bouquet di grandissima finezza gusto-olfattiva, un perlage raffinato e persistente e un colore brillante capace di spaziare dal giallo tenue e paglierino, al giallo dorato per finire con le tonalità del rosè tipico dei blend in cui si prevede la presenza dell’uva a bacca rossa.

Il Consorzio Franciacorta, gli enti locali e le stesse cantine sono molto attenti nella salvaguardia del patrimonio naturale e paesaggistico e prestano grande attenzione anche alla conservazione e valorizzazione architettonica della zona. 
Ne sono una chiara testimonianza le storiche strutture architettoniche  (chiese, monasteri, abbazie, ville e castelli risalenti all’epoca medioevale).

Pur affondando le sue origine in tempi remoti, la viticultura moderna del Franciacorta risale agli anni sessanta con l’avvio delle prime cantine, che hanno vissuto una fase di grande fermento verso la fine degli anni settanta con copiosi investimenti da parte degli imprenditori locali nella coltivazione della vigna.

Numerose e importanti son state le evoluzioni che ci hanno portato ai giorni nostri, dove l’area del Franciacorta rappresenta oggi un assoluto riferimento a livello nazionale ed internazionale nella produzione del Metodo Classico secondo lo stile delle grande Maison Francesi di Epernay nella Regione dello Champagne.

La crescita esponenziale delle bollicine franciacortine e il loro indiscusso successo ha portato a far si che il termine Franciacorta sia oggi usato quale sinonimo di Spumante metodo Classico DOCG, lasciando invece ai vini fermi della medesima Regione il nome Curtefranca, che da luglio 2008, con la pubblicazione del nuovo disciplinare, ha sostituito il nome della DOC Terre di Franciacorta.
Una terra d’elezione insomma. 

Senza dimenticare che il Franciacorta è l’official sparkling wine di Expo 2015.
Una grande opportunità per i Vignaioli Lombardi della DOCG Metodo Classico, per dimostrare l’assoluta eccellenza di un Territorio che punta tutto sulla qualità con un Disciplinare produttivo rigidissimo.

Il più severo al
 mondo nella sua tipologia.
 
 



























In Franciacorta Wine is cultivated since ancient times. 

It is a valid witness the historical artifacts grapeseed belonging to prehistoric times.

Today the Controlled and Guaranteed 
Denomination of Origin of this fine Franciacorta's sparkling wine obtained from Chardonnay, Pinot Noir and Pinot Blanc grapes, includes the territories located in the province of Brescia and bordered by Iseo Lake in the north and in by Mount Orphan in the south: Adro, Capriolo, Castegnato, Cazzago San Martino, Cellatica, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo, Monticelli Brusati, Ome, Ospitaletto, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d'Iseo, Rodengo Saiano, Rovato.

An area dominated by hills, in the past characterized by forests, is now largely devoted to viticulture. 

Chardonnay, Pinot Noir and Pinot Blanc grapes confer to sparkling wine a bouquet of great finesse, a wonderful and persistent perlage and brillant colors.

The Consorzio Franciacorta, local authorities and the wineries Company are very careful in safeguarding the landscape and the architectural conservation of this area. 
A clear testimony are the historical architectural structures (churches, monasteries, abbeys, villas and castles dating back to medieval times).

The modern viticulture of Franciacorta dates back to the sixties with the foundation of the first wineries Company. The late seventies was characterized by the copious investments by local entrepreneurs who wish to find new opportunities for expansion and growth.

Since that time there have been important developments and evolution that has brought us to the present time, where the area of ​​Franciacorta represents an absolute 
national and international reference in the production of classic method according to the style of the great French Maison of Epernay in the Champagne Region.

The exponential growth of Franciacorta's sparkling wine and their success has led to ensure that the term is used as synonymous of sparkling Franciacorta Classic method DOCG. 

The still wines of the same region are named Curtefranca, this name from July 2008, with the publication of new regulate, replaced the previous denomination DOC Terre di Franciacorta.

An election Land.

Not forgetting that the Franciacorta sparkling wine is the official sparkling wine of Expo 2015.

A great opportunity for Winegrowers Lombardy of Metodo Classico DOCG, a great opportunity to demonstrate the excellence of a territory that relies on quality with a rigid Disciplinary production.

The most severe in the world for this kind of product.